Categories
Web Marketing

Tendenze del marketing digitale che non puoi ignorare

Un tempo, l’intelligenza artificiale, il marketing basato sui dati e l’ottimizzazione dei motori di ricerca vocale (VSEO) erano concetti ambiziosi al limite del ridicolo. Oggi, queste tendenze innovative di marketing digitale sono tra le massime priorità per la maggior parte degli imprenditori nel 2020.

E perché non dovrebbero essere? Dopotutto, se la tua azienda ha intenzione di rimanere competitiva nel panorama online di oggi, devi adattarti ai rapidi cambiamenti nel marketing digitale. Come dice Brian Solis:

“Ogni azienda è vittima del darwinismo digitale, l’evoluzione del comportamento del consumatore quando la società e la tecnologia evolvono più velocemente della capacità di sfruttarla. Il darwinismo digitale non discrimina. Ogni azienda è minacciata. “

Non commettere errori: viviamo in un’epoca in cui la tecnologia di marketing si muove rapidamente e gli interessi e i comportamenti dei consumatori sono difficili da prevedere. Gli esperti di marketing non possono più conficcare la testa nella sabbia e sperare che congetture istruite e gli stessi vecchi metodi funzioneranno per sempre.

Continua a leggere per scoprire 42 tendenze di marketing digitale per il 2020 che aiuteranno la tua attività non solo a sopravvivere, ma a prosperare in questa era di innovazione.

Intelligenza artificiale

Se non l’hai già capito, il 2020 potrebbe essere l’anno in cui molte persone si svegliano con il dominio dell’intelligenza artificiale (AI). Sicuramente sarà al centro del business e dell’industria globale in futuro – e sta già assumendo molti semplici lavori.

Ad esempio, Microsoft e Uber usano i robot Knightscope K5 per “pattugliare parcheggi e grandi aree esterne per prevedere e prevenire il crimine. I robot possono leggere le targhe, segnalare attività sospette e raccogliere dati da segnalare ai propri proprietari. ” Puoi noleggiare questi robot simili a R2-D2 per $ 7 l’ora, il che è meno costoso del salario di una guardia di sicurezza umana:

Solo un paio d’anni fa, gli analisti di Gartner avevano previsto che entro il 2020 le tecnologie di intelligenza artificiale sarebbero pervasive in quasi tutti i nuovi prodotti e servizi software, una previsione che Harvard Business Review aveva distaccato all’inizio del 2019.

Secondo Techgrabyte:

“L’intelligenza artificiale è la più grande opportunità commerciale per aziende, industrie e nazioni nei prossimi decenni” e “aumenterà il PIL globale fino al 14% tra oggi e il 2030”, il che significa che “i ritardatari dell’IA si troveranno in una situazione seria svantaggio competitivo nei prossimi anni “.

L’intelligenza artificiale può analizzare il comportamento dei consumatori e i modelli di ricerca e utilizzare i dati provenienti da piattaforme di social media e post di blog per aiutare le aziende a capire come i clienti trovano i loro prodotti e servizi.

Un esempio entusiasmante dell’intelligenza artificiale in pratica sono i chatbot (ne parleremo più avanti). Mastercard ha creato un bot di messaggistica di Facebook – che utilizza un software di elaborazione del linguaggio naturale per decifrare ciò che il cliente desidera e rispondere come se fosse una persona reale – per automatizzare la gestione dei pagamenti:

L’intelligenza artificiale sarà presto la forza trainante di molti servizi e, attualmente, la vediamo già implementata in settori quali:

Comunicazione di base
Consigli sul prodotto
Creazione di contenuti
Personalizzazione e-mail
Transazioni e-commerce

Pubblicità programmatica significa utilizzare l’IA per automatizzare l’acquisto di annunci in modo da poter indirizzare un pubblico più specifico. L’offerta in tempo reale, ad esempio, è un tipo di acquisto di annunci programmatici. Questa automazione è molto più efficiente e veloce, il che significa conversioni più elevate e minori costi di acquisizione dei clienti.

Sta cambiando così rapidamente il volto della pubblicità digitale che, secondo eMarketer, l’86,2% degli annunci display digitali negli Stati Uniti sarà programmatico entro il 2020.

Secondo Irina Kovalenko di SmartyAds:

“La maggior parte delle campagne pubblicitarie manuali guidate dalla ricerca (anche quelle realizzate con strumenti professionali) tengono conto di tre o quattro obiettivi: la parola chiave, l’ora del giorno e il luogo. Tali strumenti come le piattaforme programmatiche sul lato della domanda possono utilizzare centinaia di segnali di targeting per personalizzare la pubblicità e persino indirizzarli in base allo stile di vita o alle abitudini di comportamento quando integrati con piattaforme di dati dei clienti “.